Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 14 ottobre 2010

Cartamodello gonna dritta

Oggi diamoci un pò al cucito.
Prima di passare alle forbici e alla stoffa, si dovrebbe avere un pò di padronanza con il taglio del tessuto, quindi, prima ancora con il cartamodello.
Ma come si fa? Non tutti hanno il tempo o la possibilità di frequentare un corso di cucito.
Bè, partiamo con la solita buona volontà e l'occorrente.
Seguiteci anche voi e, se avete un pò di dimestichezza con l'ago, il filo e la macchina da cucire, sbizzarritevi a creare questo primo modello di gonna: vedrete che la libertà di scelta, dalle stoffe agli accessori, ripagherà l'impegno e le fatiche.

Tessuto consigliato: cotone, lino o lana.

Anzitutto procuratevi: ago a punta fina per cucire, spille da sarta, forbici per tessuto, stoffa (per una gonna che arriva al ginocchio almeno 1,20 - 1,50 metri, comunque fatevi sempre consigliare dal rivenditore del tessuto), carta per cartamodelli, cancelleria, una riga di 60 cm e una squadra per gli angoli retti, una squadra curva per disegnare i fianchi, fodera (nella stessa misura della stoffa), chiusura lampo (min.12-15 cm).
Per chi preferisce la cinta a vita alta (gonna classica) occorre anche il cosiddetto gogret da foderare (la quantità necessaria è pari alla circonferenza vita più qualche centimetro, almeno 7/8 per le cuciture).

E' bene lasciare sempre un pò di stoffa al momento delle cuciture, in maniera da poter restringere o allargare il capo se necessario.

Va considerato anche che una volta posizionato su stoffa, bisogna tagliare il cartamodello non a filo, ma a 3-4 cm di distanza, così pure per gli orli.

Come abbiamo già detto per il ricamo, a maggior ragione nel cucito, riconoscere la cimosa è molto importante per il corretto posizionamento del modello sul tessuto: infatti specie nei lavori in sbieco la cimosa fà sì che il capo "cada" bene (come si dice in gergo). Ma questo lo vedremo più avanti.

Operazione preliminare: prendere, o farsi prendere, le misure della circonferenza vita, circonferenza fianchi e lunghezza gonna (per quest'ultima calcolare la lunghezza dall'ultima costola all'altezza della vita fino al ginocchio, o fino alla lunghezza desiderata). Segnare i cm e considerare che nel cartamodello si dovranno riportare le misure di vita e fianchi rapportate a un quarto di quelle reali (es. fianchi cm.90 = 90:4 sul foglio); questo perchè sulla carta si disegna solo un quarto di tutta la gonna, un davanti e un dietro che messi insieme costituiranno la gonna completa.

Secondo passo. Mettere il foglio per cartamodelli in doppio avendo cura di lasciare la parte aperta in alto a sinistra. Disegnare un angolo retto in alto a destra (per il dietro si disegnerà a sinistra) e allungare la linea retta verticale fino alla lunghezza desiderata della gonna (centro davanti e dietro).  La linea orizzontale corrisponde alla linea della vita, quindi bisognerà che sia lunga 1/4 della circonferenza vita misurata + 1 cm (regola fissa). Dall'angolo retto misurare 1/10 dell'altezza della persona a cui si sta facendo la gonna e segnare un punto. Questo punto corrisponde alla linea dei fianchi. Allungarci una linea retta lunga 1/4 della circonferenza fianchi + 1 cm e congiungere vita e fianchi con la curvilinea ( o con una linea curva).
In corrispondenza della lunghezza gonna tirare una linea retta pari, in cm, alla larghezza fianchi.
A metà circonferenza vita segnare un punto e altri due rispettivamente a destra e sinistra di questo della larghezza di 1 cm. Tirare una linea verticale lunga 9 cm a metà circonferenza vita e unire gli altri punti a questo. Abbiamo creato la ripresa del davanti, che andrà chiusa al momento delle cuciture.

E' possibile abbassare la vita di 1 cm, per dare un miglior ritocco al modello.

Il dietro è uguale al davanti, con la sola differenza che la ripresa è lunga 11 cm.

Disegnati il davanti e il dietro, ritagliare precisamente il cartamodello e posizionarlo su stoffa.


Nessun commento:

Posta un commento